167 VOLTE GRAZIE!

Signore e signori, ce l’abbiamo fatta.

Dal 24 settembre al 3 novembre abbiamo portato avanti la nostra campagna di raccolta fondi per l’Arezzo Crowd Festival con un successo incredibile: con 167 sostenitori siamo riusciti non solo a raggiungere il traguardo che ci eravamo prefissati ma addirittura a superarlo abbondantemente.

A nome di tutto il comitato voglio esprimere un sincero grazie a tutti voi. Grazie perché avete dimostrato che è possibile davvero concretizzare progetti culturali e artistici partendo dal basso, partendo dalla volontà di dare un po’ di se stessi alla comunità in cui si vive. Grazie perché ci avete ricompensato di tutto il lavoro di questi ultimi mesi e avete dato la possibilità a settanta ragazzi provenienti da tutta Italia di mettersi in gioco per avvicinare i giovani al teatro e valorizzare compagnie di professionisti emergenti. Grazie perché siete l’idea di base del nostro progetto, la folla del nostro logo. Ci avete permesso di ribaltare il concetto tradizionale di festival teatrale: la nostra base è il pubblico, la comunità da coinvolgere, il crowd appunto. Vogliamo partire dal basso per promuovere non solo un progetto culturale, ma un’idea di partecipazione collettiva e di confronto diretto.

È questa parola, confronto, che secondo me riassume il senso degli ultimi mesi. Abbiamo fatto cozzare le nostre idee più e più volte, spesso abbiamo avuto la tentazione di mandarci a quel paese, spesso ci siamo trovati in difficoltà su come portare avanti le nostre idee sul progetto e fino a pochi giorni fa non avevamo la certezza che avremmo raggiunto il nostro bottino. Oserei dire però che nonostante tutto questo siamo stati quasi rivoluzionari: in un periodo dove tutti vogliono far sapere la loro a chiunque ma rimanendo nella propria torre d’avorio, noi siamo riusciti ad ascoltarci, che è cosa davvero rara.

Ancora abbiamo tantissimo da fare e da discutere e la prossima tappa sarà quella di decidere la locandina dell’evento tra le vostre proposte. L’opera vincitrice comparirà in tutto il materiale del festival, sia cartaceo che online.

Concludo dicendo che ripensando a quello che c’è stato finora vi dico senza nessuna modestia che sono proprio fiera di noi.

Grazie, grazie grazie e ancora grazie!

Alessandra Bracciali


Galleria Immagini